sabato 13 dicembre 2014

ARREDARE CON GLI SPECCHI

Al di là della loro valenza pratica, come complemento d’arredo di servizio, gli specchi svolgono una importante funzione decorativa perché da soli aggiungono personalità all’ambiente e possono arredare un’intera parete al pari di un’opera d’arte. Inoltre, se utilizzati con maestria, sono in grado di risolvere con successo alcuni “punti critici” della casa – è il caso ad esempio di locali stretti, poco profondi o poco luminosi – creando un’illusione ottica che amplia la percezione dello spazio.

Posizionati in maniera strategica in un corridoio lungo e stretto, ad esempio, faranno sembrare la zona di passaggio più ampia, mentre se accostati a una lampada ne raddoppieranno la luminosità. Un altro trucco classico per ingannare l’occhio consiste nel posizionare lo specchio di fronte a una finestra: riflettendo il panorama esterno, la stanza sembrerà subito più grande.

Il mercato offre un’ampia scelta di forme e dimensioni diverse tra cui scegliere. Oltre ai modelli da appendere al muro, esistono varie soluzioni free standing da appoggio che consentono non solo di poter specchiare l’intera figura ma anche una notevole versatilità d’uso, perché facilmente spostabili da una stanza all’altra a seconda delle esigenze del momento.

La tendenza più attuale è all’insegna del décor: ne sono un esempio alcune nuove collezioni di specchi che si contraddistinguono per le lavorazioni artigianali di alto livello, alcune delle quali eseguite a mano da abili artigiani. Dal punto di vista estetico sono in genere caratterizzate da cornici molto lavorate, in stile contemporaneo o neobarocco, e superfici deformanti e sfaccettate che scompongono l’immagine riflessa per creare effetti inediti e molto particolari. Le dimensioni generose si rifanno ai grandi specchi di matrice classica molto in voga nella prima metà del Novecento, in un perfetto mix tra modernità e tradizione

lunedì 30 giugno 2014

MARKETING OLFATTIVO

Avete mai sentito parlare di Marketing olfattivo?
Si tratta di una strategia di marketing utilizzata spesso in molte catene di negozi, che serve a rappresentare il loro brand in tutto il mondo.
Sappiamo che la memoria olfattiva rimane più impressa nella nostra mente e questo permette di ricollegare certi profumi e odori a determinate situazioni o a luoghi a noi famigliari.Le emozioni evocate dall’olfatto possono essere decisive nella decisione di acquisto.

Oggi il mercato è talmente saturo di qualsiasi genere di prodotto, che per spingere il cliente ad acquistare qualcosa o ad entrare in un certo negozio, si utilizza questa strategia di marketing.

Alcuni marchi hanno imparato che associando uno specifico aroma loro brand, si possono ottenere ottimi risultati dal punto di vista delle vendite.
Ecco alcuni famosissimi brand che utilizzano questo tipo di strategia:

  • H&M: il Sistema di diffusione canalizzato su tutti i piani dello store H&M emana un accordo agrumato dominato dall'arancia amara, con sottili note speziate di cuore e di fondo. http://www.hm.com/it/
  • Bikkembergs:Citrus wood é la nuova nota olfattiva creata appositamente per lo store ed è caratterizzata da una testa citrica molto secca e trova nei legni di oud una coda aromatica e preziosa. http://www.bikkembergs.com/
  • Max Mara: La fragranza è quella di menta dolce e leggermente fiorita. http://it.maxmara.com/
  • Liu Jo: La fragranza "Aura” contraddistingue con grande personalità l’ambiente. Nota rotonda dolce, vaniglia e incenso la caratterizzano insieme alle note fiorite del gelsomino e dell’ylang ylang. http://www.liujo.com/it/
  • Le Fay Resort sul Lago di Garda:Questo resort immerso nel verde diffonde tramite sistema canalizzato cinque note olfattive, ciascuna associata ad ambienti nei quali trovano una propria contestualizzazione. E così la zona piscina è allietata da una nota acquatica, ma dalle sfumature fruttate che le conferiscono una maggiore freschezza. La zona ristorante-limonaia è pervasa da una nota citrica evocativa delle piante di limone del decoro. http://www.lefayresorts.com/
  • United Colors of Benetton: Strategia di comunicazione olfattiva del marchio del Gruppo Benetton nei principali store è quella di alternare le fragranze su base stagionale. Quattro sono le note di identificazione del brand, due per ciascuna stagione di moda spring/summer e fall/winter, alle quali si aggiunge una fragranza natalizia durante il periodo delle festività invernali .In particolare la nota invernale, Mulberry, una combinazione sofisticata di spezie e note aromatiche su una base boisé, per una fragranza dalle sfumature leggermente maschili. http://www.benetton.com/



Cinzia Simonini
Twitter: @sfuma_design

. EXNOVO IN ISRAELE IL MARCHIO TRENTINO SARÀ IN MOSTRA AL DESIGN MUSEUM HOLON


GATHERING - From Domestic Craft to Contemporary Process featuring Issey Miyake 132 5.
3 Luglio - 25 ottobre 2014


La lampada Biophilia di Lanzavecchia + Wai della collezione .exnovo sarà protagonista di GATHERING, la nuova ed esclusiva mostra del Design Museum Holon - 3 luglio/25 ottobre 2014 - a cura di Li Edelkoort, anticipatrice di tendenze di fama internazionale.  Tra le opere d'arte presenti, molti nomi noti del design mondiale, come Patricia Urquiola, Ronan e Erwan Bouroullec, Issey Miyake.

I designer danno voce al disprezzo per un mercato globale noioso unito alla paura di virtualizzazione della società: questi sentimenti hanno portato alla creazione di progetti legati all’umanizzazione del processo del fare e alla contestualizzazione di uno stile di vita più responsabile. Il Craft inoltre è diventato uno dei principali movimenti del nostro tempo, portando con sé un senso di appartenenza e di continuità con un passato comune.

Ispirandosi a questi concetti, Edelkoort ha dato vita a un’esposizione che riunisce temi di design contemporaneo che riflettono mestieri tradizionali domestici, nel tentativo di rimanere connessi alla loro autenticità. In GATHERING i designer applicano nuove tecnologie e tecniche per trasformare completamente le loro azioni, utilizzando l’artigianato tridimensionale per dare forza al design. In questo mondo, ad esempio, vengono dati corpo e bellezza a sedie archetipiche o, ancora, forma e volume a strutture di illuminazione. Tra i vari nomi noti del design esposti alla mostra, spiccano appunto Francesca Lanzavecchia e Hunn Wai con Biophilia, uno dei loro ultimi progetti, realizzati per .exnovo.


3 Luglio – 25 Ottobre 2014 | Design Museum Holon, Israele



A proposito di .exnovo

Nato a Trento nel 2010 da HSL, una società che può vantare oltre 25 anni di esperienza nella produzione additiva e che per la prima volta ha portato la tecnologia in Italia, .exnovo produce lampade e complementi d'arredo utilizzando una combinazione eccellente di stampa 3D professionale e artigianato che si applica ai design essenziale ed esclusivo. .exnovo ha fondato il suo sviluppo e il suo successo su una combinazione di innovazione e tradizione, nuove tecnologie e antichi mestieri.


Cinzia Simonini
Twitter: @sfuma_design